Border Collie: carattere e standard di razza

Posted By Michele Petraroli In Cani On 16/dic/2013

Il Border Collie è un cane da pastore di origine britannica; in effetti, l’etimologia della parola “collie” si riferisce a tutti i cani da pastore inglesi di cui, evidentemente, anche il Border fa parte.

Il nome specifico deriva dal luogo geografico nativo: border significa “confine” e, difatti, questa razza canina è andata definendosi nella zona tra la Scozia e l’Inghilterra; collie, invece, si presta a più interpretazioni: per alcuni deriva da “coleius” – fedele in gallese; per altri da “coal” – carbone (con riferimento al suo mantello, prevalentemente nero); per altri ancora, da un aggettivo galeico che significa “utile”, soprattutto in ragione del suo larghissimo impiego come cane-pastore nella conduzione delle greggi o delle mandrie di bestiame al pascolo.

Il Border Collie nasce come cane da lavoro e il suo prezioso aiuto lo ha reso fondamentale nel settore della pastorizia. Questo cane approccia il gregge in modo particolare: in fase iniziale gli si avvicina di soppiatto con zampe piegate, coda bassa e sguardo fisso. Non arriva all’attacco, ma l’atteggiamento predatorio stimola il comportamento reattivo del gregge che, grazie ai suoi spostamenti, viene condotto ove il pastore desidera.

Il sito dell’ENCI – Ente Nazionale Cinofilia Italiana (affiliato FCI – Federation Cynologique Internazionale), mette a disposizione gli standard internazionali della razza.

BORDER COLLIE: STANDARD DI RAZZA

Il Border Collie è un cane di TAGLIA MEDIA CONTENUTA: i maschi pesano tra i 14 – 20 kg con altezza al garrese di 48 – 56 cm; le femmine, leggermente più piccole, tra i 12 – 19 kg e altezza al garrese di 46 – 53 cm. La testa presenta cranio un po’ largo, muso forte; rapporto cranio-muso 1:1. La coda è moderatamente lunga, dall’attaccatura bassa che ricurva verso l’alto.

Questi parametri delineano un animale dall’aspetto ben proporzionato nelle linee del corpo, elegante e snello ma con una struttura comunque idonea a conferirgli resistenza, pur non avendo un’ossatura robusta. La sua andatura è caratterizzata da fluidità e sicurezza, talvolta persino con accenni di spavalderia; le zampe si sollevano appena dal suolo dando l’impressione che il cane sia capace di muoversi in modo rapido e furtivo. Il movimento è armonioso sia nella camminata sia nella corsa, in cui può raggiungere apprezzabili velocità.

BORDER COLLIE: IL MANTELLO

Il mantello tradizionale del Border Collie è di colore nero e bianco, con prevalenza del primo sul secondo; meno frequente è trovarne di altri colori, in particolare sul marrone/rossiccio o la varietà c.d. Blue merle (in questo caso, gli occhi possono essere azzurri: uno o entrambi, anche solo parzialmente). Il pelo, liscio e lungo dai 5 – 7 cm, si presenta fitto e morbido, richiedendo generalmente almeno una spazzolata settimanale. Oggi si distinguono tre gruppi di Border Collie: pelo molto lungo (da esposizione), pelo medio (da lavoro) e pelo corto, detti anche smooth, sebbene si preferisca considerare quest’ultimi una razza a parte.

Una particolarità che colpisce del Border Collie è l’espressione: occhi distanziati di forma ovale e grandezza moderata fissano uno sguardo vispo ed intenso, quasi ipnotico. Sono marrone scuro nei soggetti bianco-neri; ambra o nocciola nei rossicci; azzurri nella varietà Blue merle. Questo sguardo attento denota una certa intelligenza e voglia di interagire attivamente con gli altri.

I migliori pregi di un Border Collie sono la grande vitalità e l’assoluta intelligenza …

… i suoi peggiori difetti sono la grande vitalità e l’assoluta intelligenza

BORDER COLLIE: IL CARATTERE

Ha un carattere mite e gioviale (talvolta può essere esuberante); essendo incline all’obbedienza, tende a compiacere il proprio padrone eseguendo comandi più o meno complessi ed è naturalmente portato a manifestargli con facilità il suo affetto. Si segnala una forte sensibilità: è piuttosto suscettibile ai rimproveri e manifesta particolare dispiacere se ripreso in modo brusco. L’aspetto docile, combinato ad un carattere tendenzialmente poco diffidente e ad un atteggiamento raramente aggressivo non lo rendono un ideale cane da guardia.

BORDER COLLIE: STILE DI VITA

Il suo stile di vita è dinamico: adora correre e giocare all’aria aperta e, se vive in appartamento, ha bisogno di diverse passeggiate durante la giornata e di compiere esercizio fisico. Richiede frequenti stimolazioni mentali e fisiche sicché è un cane da compagnia indicato per persone attive disponibili a trascorrere molto tempo insieme a lui e che possano assecondare la sua innata voglia di gioco e lavoro. In altre parole, non è una “razza comoda” da consigliare a soggetti sedentari o a persone anziane.

BORDER COLLIE: CAPACITA' E CURIOSITA'

CAPACITA': E’ un cane che si cimenta frequentemente nelle gare di Obedience e Agility; sfruttando la sua indole ubbidiente, l’attitudine al lavoro e la spiccata intelligenza, il Border Collie è addestrabile con facilità. Con pazienza, dolcezza e rinforzi positivi può riconoscere diversi comandi ed eseguirli con prontezza (seduto, disteso, zampa, salta, stop, ecc …). Di contro, essendo un cane molto recettivo è importante prestare attenzione a non commettere errori nella sua educazione: potrebbe apprendere velocemente qualcosa di sbagliato che, poi, sarà difficile correggere.

ATTENZIONE: Un Border Collie costretto a lunga inattività rischia di essere stressato; tuttavia, lo sarebbe anche se si pretendesse da lui super prestazioni (soprattutto se stanco). Vivere ogni attività come una sfida continua nel tentativo insensato di dimostrare qualcosa è un atteggiamento assolutamente SBAGLIATO.

CURIOSITA’: In Italia il rappresentante più famoso di Border Collie è Shonik di Massimo Perla (addestratore cinofilo che interviene spesso nel programma “l’Arca di Noè” su canale 5). Shonik è stato il protagonista degli spot televisivi di una nota compagnia telefonica e della fiction “Turbo”; le sue eccezionali esibizioni riassumono molto bene tutte le caratteristiche principali, fisiche e comportamentali, di questa razza.

L’americano John Pilley ha addestrato la sua Border Collie, Chaser, a riconoscere circa 1000 parole diverse; su Youtube è disponibile un video che la riprende mentre riporta correttamente l’oggetto specifico che le viene chiesto.

Il docente universitario Stanley Coren dell’University of British Columbia ha stilato una classifica dei cani che, sulla base di specifici test attitudinali, hanno il quoziente intellettivo più alto …

… indovinate chi occupa il primo posto!

BORDER COLLIE: I 3 CONSIGLI DEL VETERINARIO

  1. Fate eseguire da vostro medico veterinario uno studio radiografico giovanile per valutare le anche, i gomiti e le spalle;
  2. Per la gestione del cane è sempre consigliato farsi seguire da un professionista;
  3. Alcuni border colli soffrono di una patologia genetica che riguarda il gene MDR1; Valutare il test insieme al vostro veterinario. Nel dubbio non somministrate alcuni farmaci come ad esempio l'ivermectina.

Fonte: Vetclick.it